Accuso la notte di avermi perduto

Era pomeriggio, lo ricordo bene. Una giornata di fine inverno, di quelle che la primavera sembra essere davvero dietro l’angolo. Pisa esplodeva di profumi. C’era un mercatino in una piazza colma fino all’orlo di libri. Io e Selene frequentavamo un master lì; su e giù dalla Calabria alla Toscana, ore di viaggio che pian pianoContinua a leggere “Accuso la notte di avermi perduto”