Non dirlo a Wilde

o dei miei dieci anni di scrittura e altre considerazioni Circa dieci anni fa di questi tempi decidevo di inviare una mail a un piccolo blog musicale per proporre una collaborazione. Mi ero occupato saltuariamente di recensioni, ma ascoltavo tanta musica e leggevo molto. La colpa di quella mail, che ha iniziato un percorso fattoContinua a leggere “Non dirlo a Wilde”

Un anno passa rapido, un mese mai

La citazione di Leo Longanesi mi sembra perfettamente calzante a questi ultimi trenta giorni. Quando ho pensato di aprire questo blog l’ho fatto con un’unica regola: scrivere quando mi andava e, ovviamente, quando il tempo me lo permetteva. Non è mai passato tanto tempo da un post all’altro, eppure le ultime quattro settimane sono stateContinua a leggere “Un anno passa rapido, un mese mai”

Nothing Great About Britain

“I wish I could do something more” cantano i Foals nel loro (doppio) album apocalittico di quest’anno e sempre nel 2019 un altro verso ha catturato la mia attenzione. Si tratta di Slowthai che ha intitolato il suo album Nothing Great About Britain. Be’ io credo che dovremmo partire da questi due assunti per provareContinua a leggere “Nothing Great About Britain”

Corollari di bellezza

«Indosserai la tua bellezza» scriveva John Keats in una sua poesia. Un concetto affascinante, che in un certo senso riprende una delle citazioni più famose di Oscar Wilde: «Bisogna essere un’opera d’arte, o indossarla». Mi sono accorto che questo blog era diventato un po’ troppo nostalgico – non che io non lo sia, se nonContinua a leggere “Corollari di bellezza”

Cristallizzare la mania per Liszt

Più il tempo passa e più si diventa nostalgici. Ovvio, se si pensa all’accumulo di esperienza e ricordi. Così, tra matrimoni, ferie e il ferragosto incombente eccomi a ripensare all’estate di dieci anni fa. Proprio oggi, infatti, uscita il debutto degli XX, gruppo tanto rilevante quanto amato dagli hipster millennial. A maggio era uscito, invece,Continua a leggere “Cristallizzare la mania per Liszt”

My bruddas don’t dab, we just Vossi bop

E la chiamano estate… ormai l’arrivo della stagione è sancito dalle prime foto di spiagge, palme e piscine. Ovviamente, con annesse invidie di chi rimane in città a lavorare. La mia, di estate, sarà un continuum perché, notizia di giornata, Patriots uscirà il 29 agosto, giusto in tempo per essere contemporaneamente tra gli scaffali delleContinua a leggere “My bruddas don’t dab, we just Vossi bop”

On the Luna

Di tutti gli aneddoti legati alle missioni Apollo ce n’è una che mi ha sempre fatto venire i brividi. A distanza di anni la moglie di Buzz Aldrin si era ormai rassegnata a dover riportare suo marito sulla Terra. Molto spesso, infatti, capitava che il secondo uomo a calpestare il suolo lunare rimanesse incantato aContinua a leggere “On the Luna”

Tutto ciò non salvato verrà perso

Mese più lungo del previsto, questo febbraio. A This Is Pop? le puntate sono andate via lisce con tanta bella musica, riscoperte e collaborazioni con – tra gli altri – Transgressive, Massimo Volume, Davide Rossi e Fabrizio Nikki Lavoro di Tropical Pizza. Nel Rumore in edicola parlo di Pom Poko, delle giapponesi insolenti Chai eContinua a leggere “Tutto ciò non salvato verrà perso”